Certificazioni

Descrizione: 

Il 1° gennaio 2012 è entrata in vigore la Legge n. 183/2011 che prevede, all'art. 15, il rilascio dei certificati da parte della Pubblica Amministrazione unicamente per la produzione degli stessi a soggetti privati.

Sui certificati rilasciati ai privati è apposta, a pena di nullità, la dicitura “Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della Pubblica Amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi”. Per la produzione ai soggetti privati possono essere richiesti i seguenti certificati:

  • nascita;
  • matrimonio;
  • morte;
  • residenza;
  • stato di famiglia;
  • stato libero;
  • vedovanza;
  • cittadinanza;
  • esistenza in vita;
  • diritti politici;
  • iscrizione nelle liste elettorali.

È possibile attestare mediante certificato contestuale più condizioni, e precisamente: residenza, stato di famiglia, stato civile, cittadinanza.

I certificati rilasciati dalla Pubblica Amministrazione attestanti stati, qualità personali e fatti non soggetti a modificazioni hanno validità illimitata (es: certificato di nascita e di morte). Le restanti certificazioni hanno validità di sei mesi dalla data di rilascio se disposizioni di legge o regolamentari non prevedono una validità superiore.

E' consentito inoltre al cittadino, ai sensi dell'art. 46 DPR 28 dicembre 2000, n.445, presentare in via definitiva alle Pubbliche Amministrazioni, ai gestori o esercenti di pubblici servizi ed ai privati una propria dichiarazione (dichiarazione sostitutiva di certificazione) relativa a stati od eventi in sostituzione dei relativi certificati.

I moduli sono scaricabili dalla sezione “Modulistica” del sito.


Pubblicato il: 07/10/2015 - 15:38 - Aggiornato il: 23/02/2016 - 12:12
Ufficio di riferimento: Servizi Demografici